Workshop e laboratori


I workshop ed i laboratori saranno uno dei più importanti momenti di integrazione e scambio culturale di AnteFestival. I workshop saranno gestiti da esperti: personalità di grande competenza che hanno fatto della loro passione il lavoro di una vita, dando modo ai partecipanti di accrescere la loro conoscenza teorica dell'arte trattata e di mettere in pratica, sotto la loro guida, quanto appreso.

AnteFestival prevede una serie di laboratori autogestiti: essi sono attività create dai giovani per i giovani per favorire l'incontro e lo scambio di idee e opinioni differenti, volti a dare la possibilità agli stessi partecipanti di mettere in gioco le proprie esperienze, le proprie idee e la propria passione assieme ad altri giovani artisti.

Attraverso i Workshop ed i laboratori, AnteFestival si propone di essere uno spazio libero di esibizione, incontro e affermazione delle proprie idee, ma al contempo vuole richiamare giovani curiosi, vivi e attivi, pronti a nuove esperienze di arte nelle quali conoscere nuove realtà.

L'iscrizione a queste attività non è riservata ai soli artisti partecipanti al festival, ma è aperta a tutti. Entro alcuni giorni sarà disponibile il calendario dettagliato dei workshop, dal quale sarà possibile accedere ad un apposito modulo d'iscrizione. Rimani in contatto con AnteFestival per non perdere nessuna delle opportunità che il festival propone.

Workshop in programma:

Creazioni istantanee


Paolo D'Errico e Daniele Benati terranni insieme questo workshop per dare dare la possibilità al pubblico di Antefestival di imparare come sia utile, in casi estremi, saper comporre ed arrangiare un'intera canzone in poche ore. Si possono iscrivere tutti coloro che sono in grado di suonare uno strumento musicale. Tutti gli iscritti avranno la possibilità di seguire una lezione teorica introduttiva nella quale gli esperti daranno alcuni consigli ai partecipanti su come produrre un brano efficace. Gli esperti divideranno in gruppi i partecipanti, ad ogni gruppo verranno assegnati alcuni elementi estratti a sorte che dovranno essere da inclusi nel brano (genere, tema, eccetera). Ogni gruppo avrà alcune ore per sviluppare la propria idea seguito dagli esperti e, alla fine del laboratorio, registrare il brano composto.

  • Data e ora: sabato 7/9 ore 14-17
  • Rivolto a: chiunque sappia cantare o suonare uno strumento acustico
  • Materiale necessario: il proprio strumento musicale

Paolo d'Errico


Paolo D'Errico è un musicista dotato di grande versatilità, grazie alla quale vanta esperienze professionali in Big Band e combo Funk/Jazz, nonché nel settore della musica leggera. Proprio in questo settore, grazie alla sua formazione: i "Ridillo" ha registrato 4 album per la casa discografica Best Sound distribuiti da Polygram e Bmg. Con i Ridillo è uno dei vincitori del I° trofeo Roxy Bar e secondi classificati al Yamaha Music Quest World 92 tenutosi a Tokyo; ha suonato nei maggiori club d’Italia ed in moltissimi club oltralpe. Sempre coi Ridillo nell’estate 2003 ha aperto i concerti Italiani di James Brown!! Nell’estate 2005 si è esibito con G. Morandi in alcune puntate del Festivalbar, con cui ha suonato anche alle Olimpiadi Invernali di Torino 2006. Nel giugno 2009 è ancora al fianco di Gianni Morandi all’interno del prestigioso Festival dell’isola di Margherita, Budapest. Dal 2016, con la cantante Alessandra Ferrari, dà vita a Master Shake: un dj live set che ripropone classici della musica elettronica (Bjork, Massive Attack, Moloko…) con cui si esibisce in tantissimi locali ed eventi dell’Emilia Romagna. Da anni svolge l’attività di insegnante di basso elettrico e computer music presso scuole dell’Emilia Romagna.

Daniele Benati


Da oltre 25 anni è il cantante, chitarrista e produttore del gruppo Ridillo. Per la tv Bengi ha realizzato le sigle musicali di Techetehcetè (2019) Turisti, Velisti per caso e Misteri per caso in onda su RaiTre, Wedding Planners, Wonder Stories e Celebrity Now per Sky. Dal 2007 Bengi ha scritto e prodotto 20 album di library music per la Primrose Music (edizioni Flipper) distribuite in tutto il mondo da subeditori legati a TV, CINEMA e Spot Pubblicitari. Dal 2012 ha costituito insieme a Fabio di Bari l'etichetta "That's Amore" che realizza sonorizzazioni musicali legate al sound tipicamente “made in Italy” sempre distribuite in tutto il mondo per cinema e tv. A Natale 2009 ha scritto il brano natalizio per il programma di cucina “Cotto e mangiato”. Altri brani prodotti per RTI sono presenti nella colonna sonora dei film “i Soliti Idioti” e “Smetto quando Voglio”. Bengi è anche presente nella sigla TV di "Ballando con le stelle" su RAIUNO come co-autore insieme a PAOLO BELLI. Come autore Bengi è presente nell'album di Gianni Morandi col brano "Corre più di noi" che arriva come singolo a Festivalbar del 2005. Per la radio e tv da diversi anni collabora con RaiCom per sigle e sottofondi di diversi programmi (1 mattina, Aprirai, Brave Ragazze, A piedi nudi) in particolare su Radio1 ha sviluppato le nuove sigle delle rubriche legate al programma "Tutto il calcio minuto per minuto" e la sigla di "Sabato Sport" e " Domenica Sport". Ad Ottobre 2013 ha scritto e prodotto musiche e sigla per il tour teatrale di Carla Gozzi (ma come ti vesti - Realtime). Da Gennaio 2015 a Luglio 2017 ha curato le musiche per “42” il quiz radiofonico in diretta tutti i Sabati su Radio Capital condotto da Luca Bottura ed Enrico Bertolino, ospite fisso come concorrente in studio. Nel 2019 ha scritto e prodotto la sigla del parco divertimenti “Mirabilandia” e tutte le musiche per la nuova area Ducati.

Dalla carta alla Creta


In questo laboratorio che si svilupperò in un vero e proprio percorso della durata di tre giorni, il maestro novellarese Mario Pavesi, affiancato da un suo allievo, seguirà gli iscritti nel progettare, osservare ed eseguire un semplice elaborato come disegno e tramutarlo tridimensionalmente in creta.

Mario Pavesi


Mario Pavesi nasce il 5 agosto 1945 a Guastalla (Reggio Emilia). Dopo gli studi superiori si iscrive all’Accademia delle Belle Arti di Bologna e segue il Corso di Scultura di Umberto Mastroianni. In quarant’anni di attività, ha sperimentato vari percorsi pittorici e scultorei, svincolati sempre e comunque dalle logiche del mercato e dalle mode del momento, ma sempre legati alla sfera delle emozioni e alla ricerca incessante di una interiorità sofferta. Attualmente, oltre alla produzione artistica, si dedica ad una intensa attività didattica tenendo corsi di formazione a vari livelli.


  • Data e ora: 6, 7 e 8 settembre ore 14-17
  • Luogo: Portico della Rocca dei Gonzaga, Novellara.
  • Modalità d'ingresso: offerta libera

In conversazione con Meryornot


Empatia

percepire la natura esterna, come interna, appartenente al nostro stesso corpo, capacità di proiettare i sentimenti da noi agli altri e alle cose, che percepiamo. L’empatia senza una conoscenza profonda di noi stessi non è attuabile.

«l'empatia si sarebbe sviluppata perché mettersi nei panni dell'altro per sapere cosa pensa e come reagirebbe costituisce un importante fattore di sopravvivenza in un mondo in cui l'uomo è in continua competizione con gli altri uomini.»
Geoffrey Miller, “The mating mind”

Fotografia
“Anche se c’è forse un campo in cui la fotografia non può dirci nulla di più di ciò che vediamo con i nostri occhi, ce n’è un altro in cui ci dimostra quanto poco i nostri occhi ci consentano di vedere.”
Dorothea Lange

La fotografia oggi è una costante nelle vite tutti, un abitudine, uno strumento di condivisione e connessione, non più solo ricordo ma anche immediatezza, è un automatismo. Nonostante l’abuso quotidiano e contingente, non perde il suo fascino e il suo significato di scrittura, interpretazione, emozione. E’ un ponte tra ciò che vediamo e ciò che vogliamo esprimere, è la magia di un contatto, di un immagine intrappolata tra il passato e il presente, tra immaginazione e realtà, tra il dentro e il fuori di noi.

Il Workshop

Il workshop intende esplorare le motivazioni dei partecipanti al loro interesse per la fotografia, creando un dialogo dinamico attraverso il quale i partecipanti comprenderanno più a fondo l’utilizzo dello strumento fotografico come traduttore dei propri interessi e delle proprie emozioni. In un secondo momento si approfondirà la tematica del ritratto e dell’empatia con il soggetto.

Tematiche principali:
  • La fotografia come strumento empatico e creativo.
  • Avere un progetto fotografico
  • Il ritratto e l’empatia con il soggetto

  • Data e ora: sabato 7 settembre ore 15
  • Luogo: Loggia della Rocca dei Gonzaga, Novellara.
  • Modalità d'ingresso: offerta libera

Maria Clara Macrì


Maria Clara Macrì è nata a Reggio Emilia nel 1987. Durante la sua adolescenza ha iniziato a interessarsi alle questioni politiche e sociali con particolare attenzione alle questioni di genere. Ha vissuto a Bologna dopo il liceo, dove si è laureata in Contemporary World Histroy nel 2010 e continua la sua ricerca personale sulla rappresentazione storica e visiva del genere femminile e dei suoi limiti associati. Si è trasferita a Londra nel 2012 approcciandosi per la prima volta alla fotografia. Dopo il suo soggiorno a Londra e un breve periodo di nomadismo, si è stabilita a Napoli dal 2015 al 2017. Durante il periodo napoletano Maria Clara ha iniziato a selezionare i suoi soggetti femminili per strada e a sperimentare il rapporto tra empatia, intimità e rappresentazione femminile attraverso la fotografia, raffigurandoli nel luogo utilizzato come studio del suo appartamento, un progetto che nel 2016 è stato esposto durante il festival Off of Fotografia Europea. durante i quali ha studiato il concetto di condivisione il momento creativo, (Tela Bianca Napoli, Casa Cuma, Arti vive Festival Modena, Eleva e Fotografia Europea Reggio Emilia). Nel 2017 è tornata a Reggio Emilia, dove attraverso l'eco che ha ricevuto grazie a Instagram, diverse donne, sconosciute e non, hanno iniziato a venire a trovarla spontaneamente, a farsi fotografare e quindi a far parte del suo progetto di ricerca visiva sulle donne. Nel 2018 Maria Clara decide di espandere il progetto includendo la ricerca sugli ambienti in cui le donne contemporanee vivono la loro intimità e libertà personale, le loro stanze. Iniziò a viaggiare nelle grandi città da New York a Los Angeles, da Londra a Parigi, a Milano, per poter incontrare donne di altre culture e altri paesi e attraversare il suo percorso solitario, e quindi il suo destino, con loro. Questa ricerca farà parte della sua prossima pubblicazione a cui sta attualmente lavorando. Un estratto di questo progetto è stato pubblicato su Edicola a novembre 2018. Ha ricevuto nel 2019 la nomination al Foam Paul Huf Award 2019 Ed è stata nominata Talento giovanile 2019 Italy Photo Award - Premio Voglino

Spazio ricerca


Laboratorio di ricerca di movimento e contaminazioni con musica dal vivo ideato da Elisa Balugani e condotto da Elisa Balugani (danzatrice e coreografa) ed Enrico Pasini (musicista). Si tratta di un laboratorio nell'ambito della contaminazione degli stili in cui la tecnica delle danze urbane e la gestualità della danza contemporanea si fondono con esercizi di teatro fisico e improvvisazioni, in stretto rapporto con la musica dal vivo, creando una nuova qualità di movimento in continua evoluzione. Questo progetto è stabile presso la scuola di danza LaCapriola di Modena, ospitato presso diverse scuole di danza ed eventi in tutta italia ed inserito all’interno del progetto Memo per le scuole medie e superiori della città di Modena.

Finalità e programma del laboratorio:

  • Maggiore consapevolezza del corpo, esercizi di respirazione, coordinazione, azione-reazione, gesto teatrale, introduzione alla danza intesa come espressione libera anche per chi si affaccia per la prima volta a quest’arte.
  • Esercizi di gruppo che rafforzano la coesione tra i partecipanti e facilitano l’interazione con l’altro.
  • Esercizi in coppia ed individuali e primi accenni all’improvvisazione guidata. Ricerca di movimento ed accenni di teatro fisico in rapporto con la musica dal vivo.
  • Discussione e sviluppo di un tema con partecipazione attiva dell’allievo. Sviluppo di piccole performance guidate sul tema scelto, musicate dal vivo durante il laboratorio.

  • Data e ora: sabato 7/09 ore 15.
  • Durata: 2 ore.
  • Luogo: Teatro Franco Tagliavini, Novellara.
  • Rivolto a: danzatori di ogni livello e formazione, attori e appassionati di danza, teatro e movimento con un minimo di esperienza.
  • Materiale necessario: abbigliamento comodo, possibilità di lavorare scalzi.
  • Modalità d'ingresso: offerta libera

Elisa Balugani


Direttrice artistica della compagnia di danze urbane BlakSoulz di Modena, ballerina e coreografa. La sua danza è caratterizzata da un movimento in continua evoluzione che trae ispirazione dalle tecniche delle danze urbane e dalla gestualità della danza contemporanea.
https://www.facebook.com/blaksoulz/

Enrico Pasini


Musicista diplomato presso il conservatorio A.Boito Parma, compositore di Soundtrack/musica elettronica.
Musicista di Beatrice Antolini, Shiva Bakta, Na Isna, Vessel, Irene Grandi.

Modulo d'iscrizione

Dati partecipante

Questo sito fa uso di cookies di terze parti per migliorare la propria offerta di contenuti, continuando la tua navigazione o premendo "Accetta" ne consenti l'utilizzo secondo la vigente normativa.